La newsletter dedicata agli iscritti SIC 12 Luglio 2017

La newsletter dedicata agli iscritti SIC 12 Luglio 2017

Decreto vaccini, dalla Commissione bilancio no a obbligo per operatori sanitari e a vaccinazioni in farmacia

Parere negativo della Commissione Bilancio del Senato sugli emendamenti, già approvati dalla Commissione Sanità, riguardanti le vaccinazioni in farmacia e l'estensione dell'obbligo vaccinale anche agli operatori sanitari e scolastici. Su quest'ultimo, martedì 11 luglio era arrivata la bocciatura anche da parte della Ragioneria generale dello Stato. In entrambi i casi il problema riguarda le mancate coperture economiche. Intanto oggi, 12 luglio, è ripreso in Aula al Senato il dibattito sul decreto dopo la bocciatura delle cinque pregiudiziali costituzionali presentate ieri dalle opposizioni. Resta l'incognita rappresentata dalla possibile richiesta di voti segreti avanzata ieri dalla Lega ma non ancora formalizzata. Al momento si fa più probabile il ricorso alla fiducia.
http://www.doctor33.it/politica-e-sanita/decreto-vaccini-dalla-commissione-bilancio-no-allobbligo-per-gli-operatori-sanitari/


Chirurgia, dopo un tumore ricostruita la laringe con muscoli del collo

Per la prima volta in Italia, all’ospedale Molinette della Città della Salute di Torino, è stata effettuata la ricostruzione della laringe – laringoplastica - con i muscoli del collo, dopo asportazione parziale della stessa per motivi oncologici. Secondo quanto sottolineano i medici, si tratta di una vera rivoluzione nel campo della patologia oncologica della laringe. A differenza degli altri interventi di laringectomia subtotale, questa innovativa tecnicachirurgica prevede la completa ricostruzione della laringe con i muscoli del collo. L’intervento, reso possibile grazie alla collaborazione con l'Università di Lione, ha consentito di operare un paziente di 73 anni, affetto da recidiva di tumore laringeo.
https://ildenaro.it/professioni/sanita/227-sanita/84216/ospedale-del-mare-intervento-di-chirurgia-rigenerativa-per-piede-diabetico-e-il-primo-caso-in-italia


Chirurgia: 31enne perde il braccio sul lavoro, il CTO di Torino reimpianta l’arto dopo 12 ore

Un braccio di un trentenne strappato e devastato in tre punti da un macchinario, e che molti ospedali ritenevano impossibile ricostruire, è stato reimpiantato al Cto di Torino. L'arto amputato all'altezza della spalla, e lesionato gravemente in altri due punti, avambraccio e mano, è stato ricostruito e riattaccato con un intervento durato 12 ore. Il braccio - spiegano i medici - sta mantenendo una buona circolazione: l'intervento è tecnicamente riuscito e l'arto è stato rivascolarizzato. Il recupero funzionale dipenderà della rigenerazione delle strutture nervose ricostruite. L'intervento è stato eseguito dall'equipe medica composta dagli anestesisti del gruppo della Rianimazione del Cto diretto dal dottor Maurizio Berardino, da microchirurghi di Ortopedia e Traumatologia 2 con indirizzo Chirurgia della mano e dell'arto superiore dello stesso ospedale, guidato dal dottor Bruno Battiston e da chirurghi vascolari della Chirurgia Vascolare ospedaliera delle Molinette diretta dal dottor Maurizio Merlo.
http://torino.repubblica.it/cronaca/2017/07/11/news/torino_dopo_12_ore_braccio_riattaccato_a_un_operaio_in_lombardia_nessuno_si_era_sentito_di_operarlo-170526589/


Chirurgia rigenerativa, intervento su piede diabetico all’Ospedale del Mare: è il primo caso in Italia

A pochi giorni di distanza dall’apertura dell’Ospedale del Mare a Napoli, l’equipe guidata da Francesco Pignatelli, responsabile dell'unità operativa complessa di chirurgia vascolare dei Pellegrini e dell’Ospedale del Mare, ha effettuato un intervento innovativo, il primo in Italia, di chirurgia rigenerativa, utilizzando una combinazione di micro innesti tissutali arricchiti con fattori di crescita. La tecnica innovativa consiste nel prelievo di un frammento cutaneo con conseguente disgregazione meccanica, generando frammenti microscopici di tessuto ricchi di progenitori tissutali che, durante lo stesso intervento chirurgico, vengono posizionati sulle zone danneggiate. L'intervento è stato eseguito su un paziente di 51 anni destinato all'amputazione maggiore a entrambi gli arti per le complicanze del diabete. «Abbiamo utilizzato non solo i microinnesti cutanei ma contestualmente abbiamo posizionato i fattori di crescita. L'aspetto rivoluzionario dell'operazione è che il paziente è sia donatore che ricevitore», ha spiegato Pignatelli.
http://ilmattino.it/napoli/cronaca/napoli_ospedale_del_mare_intervento_piede_diabetico-2556543.html


Morbillo, allarme Oms: “Ogni morte o disabilità è una tragedia inaccettabile”. I Paese più colpiti sono Romania e Italia

I focolai di morbillo che si verificano nella regione europea dell'Oms hanno causato 35 morti negli ultimi 12 mesi. Il caso più recente di mortalità è un ragazzo di 6 anni in Italia, dove oltre 3.300 casi di morbillo e due morti sono avvenuti da giugno 2016. Molti altri Paesi hanno anche segnalato epidemie che, secondo le autorità nazionali di sanità pubblica, hanno causato 31 morti in Romania, un morto in Germania e un altro in Portogallo. «Ogni morto o causa di disabilità causata da questa malattia evitabile dal vaccino è una tragedia inaccettabile», ha detto ieri Zsuzsanna Jakab, direttore regionale dell'Oms per l'Europa. «Siamo molto preoccupati che, sebbene sia disponibile un vaccino sicuro, efficace e conveniente, il morbillo rimane una tra le cause principali di morte tra i bambini in tutto il mondo e purtroppo l'Europa non è risparmiata. Lavorare a stretto contatto con le autorità sanitarie in tutti i Paesi europei colpiti è la nostra priorità per controllare le epidemie e mantenere un'alta copertura vaccinale per tutti i settori della popolazione».
http://www.quotidianosanita.it/studi-e-analisi/articolo.php?articolo_id=52539


Parkinson, i malati in Italia sono 600mila. Sempre più giovani colpiti

Sono circa 600 mila i malati di Parkinson stimati in Italia e le diagnosi di casi che colpiscono i giovani sono in aumento. E’ questo il quadro tracciato dal Comitato nazionale associazioni Parkinson, che martedì 11 luglio per la prima volta è stato ricevuto al ministero della Salute. Il Comitato, nato da pochi giorni, riunisce le principali organizzazioni italiane che da anni si occupano di questa malattia: Associazione WeAreParky, Associazione Aigp, Parkinson Italia e Associazione italiana parkinsoniani. «Lo staff del ministro Lorenzin ha ascoltato con interesse ciò che avevamo da raccontare, – riferisce Giulio Maldacea, promotore del Comitato nazionale – il Parkinson non è più solo una malattia che colpisce gli anziani: infatti sono sempre di più i giovani a cui viene diagnosticato. Uomini e donne di 30-40 anni, nel pieno dell’attività professionale, spesso con figli piccoli, sono costretti a rallentare i ritmi della loro vita, subendo spesso pesanti ridimensionamenti sul posto di lavoro e senza un riconoscimento adeguato di disabilità per una malattia che può essere molto invalidante».
http://www.vita.it/it/article/2017/07/11/parkinson-i-malati-in-italia-sono-600mila/143998/


Enigma Parkinson: è nell’intestino il motore del morbo

Stefano Massarelli sulla Stampa: “Quella che si credeva essere una malattia neurodegenerativa, «confinata» nel cervello, si sta rivelando sempre più come un disturbo che coinvolge l’intero organismo. Trarrebbe origine dall’intestino e sfrutterebbe il sistema immunitario per progredire. A sostenere questa ipotesi sono ormai numerosi studi, l’ultimo dei quali - pubblicato su «JCI Insight» – ha evidenziato che alcune cellule endocrine presenti nell’intestino contengono la proteina-chiave della malattia di Parkinson, l’alfa-sinucleina: la sua mutazione formerebbe proprio quegli aggregati che si accumulano nelle cellule nervose dopaminergiche del cervello, causandone la morte”. 
 http://www.lastampa.it/2017/07/12/scienza/tuttoscienze/enigma-parkinson-nellintestino-il-motore-del-morbo-43F3ZnqBYnUMKFHboKsQkK/pagina.html