La newsletter dedicata agli iscritti SIC – 26 luglio 2017

La newsletter dedicata agli iscritti SIC 26 Luglio 2017

Leucemie infantili: possibile guarire con trapianto midollo non compatibile

L’ospedale pediatrico di Roma ha fatto oggi un importante annuncio in merito ad una tecnica che potrebbe consentire la guarigione di tanti malati di leucemia. La nuova pratica, grazie a una manipolazione cellulare, consentirà il trapianto di midollo da genitori non compatibili, rappresentando una possibilità di guarigione definitiva per centinai di bambini di tutto il mondo. I risultati sono stati rilanciati dalla Società Americana di Ematologia (ASH). Il metodo - messo a punto dal team di Franco Locatelli, direttore del Dipartimento di Oncoematologia e Medicina Trasfusionale al Bambino Gesù – era stato già applicato e pubblicato per quanto riguarda le immunodeficienze e malattie genetiche. Il nuovo studio allarga le patologie trattabili a leucemie e tumori del sangue.
http://www.vocealta.it/salute/7088-leucemie-infantili-possibile-guarire-con-trapianto-midollo-non-compatibile


Cassazione: "Non c'è correlazione tra vaccini e autismo, no al risarcimento"

La Corte di Cassazione sconfessa la teoria, mai verificata scientificamente, della correlazione tra vaccini e autismo. La Suprema Corte ha rigettato la richiesta di risarcimento avanzata dal papà di un minorenne autistico che sosteneva il collegamento tra la patologia del figlio e il vaccino antipolio che aveva ricevuto. «Non è al momento ipotizzabile - sancisce la Corte - una correlazione tra vaccinazione e malattia». La decisone entra così con forza nel dibattito parlamentare in corso sul decreto vaccini. Soddisfazione è stata espressa dal ministro della Salute, Beatrice Lorenzin:«Direttamente o indirettamente la tesi principale dei no vax è quella di paventare un presunto collegamento tra le vaccinazioni e l’insorgenza di malattie come l’autismo, giocando sulla paura delle madri e delle famiglie. Questa tesi è stata smentita in questi anni prima di tutto dalla comunità scientifica mondiale e adesso anche dal diritto e dalla giustizia grazie alla sentenza della Corte di Cassazione».
http://www.repubblica.it/salute/2017/07/25/news/cassazione_non_c_e_correlazione_tra_vaccini_e_autismo_no_al_risarcimento_-171599464/


Caso Charlie, genitori si arrendono: «E' troppo tardi»

Si chiude la battaglia legale dei genitori del piccolo Charlie Gard, il bambino inglese affetto da una grave malattia genetica per cui i medici inglesi avevano chiesto e ottenuto l’autorizzazione a sospendere le cure. «Lasceremo andare nostro figlio con gli angeli», hanno dichiarato i genitori in tribunale rinunciando al ricorso in cui chiedevano all’Alta Corte inglese l’autorizzazione a portare il bambino negli Usa per una cura sperimentale. «La sua malattia è arrivata a un punto di non ritorno – ha dichiarato la madre di Charlie – ma si doveva tentare prima, Charlie aveva una reale chance di miglioramento». «I genitori hanno combattuto per preservare la vita di Charlie quando pensavano che fosse nel suo interesse. Una volta stabilito che non c'era alcuna possibilità medica, hanno accettato il consiglio legale di ritirare i procedimenti» ha commentato il legale dei Gard, Grant Armstrong.
http://www.adnkronos.com/fatti/esteri/2017/07/24/caso-charlie-genitori-arrendono-troppo-tardi_cqxKrb7jlcCtJ5jgtGyVQM.html?refresh_ce


Biotestamento, presentati tremila emendamenti, l’esame del testo slitta ancora

Slitta a settembre la discussione sul testo per il testamento biologico. «Tremila emendamenti sono stati presentati al provvedimento sul biotestamento all’esame della commissione Sanità del Senato: con tale premessa, è molto probabile che l’esame del testo da parte dell’Aula slitti a settembre», ha dichiarato la presidente della commissione Sanità, Emilia Grazia De Biasi. Dura la reazione dell’associazione Luca Coscioni: «Seppur nella prima settimana di luglio i capigruppo in Senato avessero calendarizzato la discussione in Aula del testamento biologico per il 25 luglio, la promessa - commentano Mina Welby e Matteo Mainardi, co-presidente e membro di Giunta dell’associazione - è stata tradita. La legge rimane infatti ancora ostaggio della Commissione Igiene e Sanità, dove solo da questa settimana inizierà l’esame degli emendamenti dopo una sospensione di quasi un mese».
http://www.lastampa.it/2017/07/25/italia/politica/presentati-tremila-emendamenti-lesame-del-biotestamento-slitta-ancora-NDJFPV5dost3QdP377rLqJ/pagina.html


Morbillo, lo studio: casi triplicati per pochi vaccini in meno

Pubblicato un nuovo studio su Jama Pediatrics dove si segnala un calo del 5% nel numero dei bambini dai 2 agli 11 anni immunizzati contro morbillo, parotite e rosolia negli Usa. Questo piccolo calo farebbe però triplicare il numero di casi annuali di morbillo in questa fascia di età, provocando un aggravio di costi per la sanità di 2,1 milioni di dollari. In tutti gli Stati Uniti i bambini possono essere esentati dalla vaccinazione per motivi medici; solo due Stati consentono anche ai genitori di rifiutare la vaccinazione per motivi religiosi e 18 Stati permettono di non effettuarla per convinzioni personali.
http://www.doctor33.it/focus/morbillo-lo-studio-casi-triplicati-per-pochi-vaccini-in-meno/


Vaccini in calo, è solo colpa degli antivaccinisti?

Non c’è solo la propaganda antivaccinista dietro il calo delle coperture vaccinali ma anche le carenze del Sistema sanitario nazionale. «Negli ultimi anni sono aumentate le domande di informazioni, i dubbi, le esitazioni. Di fronte a questo fenomeno i servizi non avevano le risorse adeguate per rispondere a questi bisogni», ha dichiarato Pier Luigi Lopalco, ordinario di Igiene e medicina preventiva all’Università di Pisa. Secondo Fabrizio Pregliasco, virologo dell’Università degli Studi di Milano, mentre prima ci si vaccinava come procedura standard, «oggi la situazione si è modificata e di fronte a questo cambiamento il servizio sanitario non ha avuto la forza di evolversi».
https://www.wired.it/scienza/medicina/2017/07/26/vaccini-solo-colpa-antivaccinisti/


Medicina di laboratorio: con l’innovazione più benefici che costi

La tecnologia stenta a trovare spazio nei laboratori di analisi. L’innovazione è infatti snobbata dai capitolati pubblici e guardata con diffidenza, in generale, per gli elevati costi, sebbene gli stessi non siano nemmeno così onerosi in rapporto ai benefici. Questa la principale criticità emersa nel corso del terzo tavolo di incontro riunito da Il Sole 24 Ore-Sanità, «La medicina di laboratorio: un valore per la salute italiana», con Assodiagnostici-Assobiomedica, Fismelab, Fare, Tribunale per i diritti del malato, Aiic e Snamid. Gli esami diagnostici sono fondamentali per la medicina: pesano poco sulle casse del Ssn (meno del 2% della spesa complessiva) ma rappresentano la base di circa il 70% delle diagnosi.
http://www.sanita24.ilsole24ore.com/art/imprese-e-mercato/2017-07-25/medicina-laboratorio-l-innovazione-piu-benefici-che-costi-112857.php?uuid=AENIoz2B


Chirurgia vitreo-retinica, a Desio 3 operazioni trasmesse in diretta streaming 3D

Sono tre i complessi interventi di chirurgia vitreo-retinica, eseguiti dal il dott. Michele Coppola, direttore dell’Unità operativa di Oculistica del presidio di Desio, che sono stati trasmessi in diretta streaming per le università di Milano e Catanzaro. «Il mio desiderio – ha sottolineato il dott. Coppola – sarebbe quello di creare una vera e propria piattaforma digitale per condividere esperienze chirurgiche e di studio inerenti le principali patologie oculari. Un sistema aperto, di interesse per giovani oculisti o specializzandi, alimentato anche dal contributo attivo di altri centri oculistici. È un modo innovativo di comunicare, di fare scuola, una “chirurgia on demand”».
http://quibrianza.it/cronaca/monza/ospedale-avveniristico-l-operazione-trasmessa-in-diretta-streaming-3d.html


Chirurgia e storia: 100 anni fa moriva il 1° Nobel per la medicina svizzero

Il 27 luglio ricorre il centesimo anniversario della morte di Theodor Kocher, primo svizzero a vincere il premio Nobel per la medicina. Il chirurgo bernese era noto soprattutto per i suoi studi sulla tiroide e il gozzo. «È stato uno dei padri fondatori della chirurgia moderna, sicuramente il più importante fra gli svizzeri», ha dichiarato Daniel Candinas, professore dichirurgia dell'Università di Berna e direttore della Clinica universitaria di chirurgia viscerale dell'Inselspital. Kocher fu il primo svizzero ad essere insignito del Premio Nobel per lamedicina nel 1909.
http://www.tio.ch/News/Svizzera/Attualita/1156615/100-anni-fa-moriva-il-1--Nobel-per-la-medicina-svizzero