Il commento del prof. Torzilli sull’intervento chirurgico innovativo al fegato realizzato a Pisa
27/06/2017 Blog

Il commento del prof. Torzilli sull’intervento chirurgico innovativo al fegato realizzato a Pisa

Nel 1987 veniva realizzata in Giappone, dal prof. Makuuchi, la prima resezione epatica con risparmio di parenchima per tumore, nonostante una vena sovraepatica fosse infiltrata. Da questo iniziale e pionieristico grande passo in avanti si è atteso il primo decennio del terzo millennio per avere nuovi sviluppi, quando il sottoscritto e il mio gruppo ha iniziato a riportare in letteratura, nel 2005 (JACS) e nel 2006 (BJS), la possibilità di espandere questo tipo di chirurgia anche a condizioni più estreme.

Nel 2010 dimostrammo che in queste situazioni estreme il fegato si preparava a sopravvivere creando dei cortocircuiti venosi tra la vena o le vene chiuse dalla malattia e le vene ancora aperte. Sempre nel 2010 fu data notizia della prima minimesohepatectomy su “Annals of Surgery”, che documentava come fosse possibile convertire, grazie a queste vene, interventi fortemente demolitivi in interventi molto piccoli seppur sofisticati. 

Nel 2012 fu pubblicata su “Annals Surgical Oncology” la descrizione della prima upper trasveral hepatectomy, cui seguirono la mini-upper trasversal, nel 2014 il liver tunnel e la total upper trasversal.

In questi anni abbiamo tenuto corsi e ricevuto colleghi dall'Italia e dall'estero. Tra i più attivi ed entusiasti il dottor Lucio Urbani, che si è dedicato totalmente a questa filosofia chirurgica, facendo giungere ora la sua esperienza agli onori della letteratura scientifica. Non posso che rallegrarmi con lui e con i suoi colleghi perché rappresentano la conferma che quanto da noi introdotto non solo giova ai pazienti, altrimenti non operabili, ma può essere trasmesso e riprodotto in sicurezza in altri centri. E’ questo l’elemento essenziale affinché questa metodologia possa diventare pratica clinica e trovare la più ampia applicazione a beneficio dei pazienti non solo in Italia ma in tutto il mondo.

Prof. Guido Torzilli
Direttore del Dipartimento di Chirurgia Generale dell’Humanitas Research Hospital


Qui l’articolo sull’intervento realizzato dal dottor Urbani: http://www.lanazione.it/pisa/cronaca/tumore-fegato-operazione-1.3195090