La newsletter dedicata agli iscritti SIC

La newsletter dedicata agli iscritti SIC - 24 maggio

Chirurgia, non poteva mangiare né bere: i medici del Policlinico di Milano regalano una nuova vita a bambino di 18 mesi

In un anno e mezzo di vita un bambino di origine moldava non aveva mai potuto bere né mangiare, se non con un sondino, a causa di una malformazione all'esofago. Ora grazie all'equipe del dottor Ernesto Leva, la vita del bimbo è cambiata. Operato il 26 aprile è stato dimesso in ottime condizioni. «La chirurgia necessaria per questo bambino - dice il dottor Leva - prevedeva un intervento molto complesso che in Moldavia non poteva venir eseguito per mancanza di strutture in grado di effettuarlo. In queste condizioni il piccolo sarebbe stato costantemente in pericolo di vita per rischio di infezioni ai polmoni».

http://milano.repubblica.it/cronaca/2017/05/23/news/milano_policlinico_bimbo_condannato_a_sondino_oggi_sta_bene-166180136/


Sicurezza delle cure, BMJ sulla legge italiana: “La sicurezza del paziente diventa un diritto. Ma il suo coinvolgimento è minimo”

“L'Italia riconosce la sicurezza del paziente come un diritto fondamentale”, si apre così l'editoriale di apertura del British Medical Journal, a firma degli italiani Tommaso Bellandi e Riccardo Tartaglia e dei britannici Aziz Sheikh e Liam Donaldson. “L'8 marzo 2017 l'Italia ha emanato una nuova legge sulla sicurezza dei pazienti e la responsabilità dei professionisti della salute. Questo è un passo coraggioso, da parte di un Paese del G8, verso l'obiettivo di ridurre i danni evitabili nella Sanità”. Nonostante il plauso per l’audacia normativa del Belpaese, la rivista sottolinea come la legge sia stata però "un'occasione persa" sul fronte della comunicazione medico paziente e del maggior coinvolgimento del cittadino nelle linee guida e nelle pratiche di sicurezza: "L'Italia è ancora lontana dall'approccio che vede il paziente al centro".

http://www.bmj.com/content/357/bmj.j2277


Al via la campagna di sensibilizzazione 'Chirurgia senza brivido'

Parte da Napoli, dall'ospedale Cto, la campagna di sensibilizzazione alla normotermia perioperatoria dal titolo "Chirurgia senza brivido" promossa da 3M Salute con il coordinamento scientifico di Siaarti, Società italiana di anestesia analgesia rianimazione e terapia intensiva. In 12 città italiane si svolgeranno workshop itineranti dove saranno coinvolti capi di dipartimento, primari di anestesia e rianimazione, direzione sanitaria e Risk manager con l’obiettivo di offrire un percorso completo per la prevenzione dell'ipotermia. L'ipotermia, infatti, rappresenta una complicanza comune negli interventi chirurgici che interessa tra il 50 e il 90% dei pazienti sottoposti sia a operazioni chirurgiche maggiori sia a procedure brevi. Dall'indagine effettuata da Siaarti è infatti emerso che nella metà delle strutture non viene mai misurata la temperatura dei pazienti prima dell'ingresso in sala operatoria, e che meno della metà delle strutture effettuano il monitoraggio della temperatura corporea centrale, parametro clinico fondamentale.

http://www.quotidianosanita.it/lavoro-e-professioni/articolo.php?articolo_id=50992


Vaccini obbligatori, corsa contro il tempo per attuare il decreto

Dopo l'approvazione del decreto legge che stabilisce l'obbligatorietà di 12 vaccini per il prossimo anno scolastico, scatta la corsa contro il tempo per predisporre un piano che permetta a tutti di mettersi in regola. I vaccini diventati obbligatori sono quelli contro difterite, poliomielite, tetano, epatite B, pertosse, meningococco B, meningococco C, morbillo, rosolia, parotite, varicella, Aemophilus influenzae.

http://tg24.sky.it/cronaca/2017/05/22/vaccini-obbligatori-scuola-asl.html


Chirurgia e spesa sanitaria, Gimbe: troppi esami inutili prima degli interventi

Troppi esami prima degli interventi chirurgici programmati. Lo denuncia l'Osservatorio Gimbe per la sostenibilità del Ssn, sottolineando come «questo eccesso diagnostico» determinato da «ingiustificati timori medico-legali, abitudini consolidate e la limitata condivisione dei rischi con i pazienti» faccia «crescere i costi e i rischi inutilmente». Le linee guida del Nice forniscono le raccomandazioni per i test diagnostici come un semaforo: rosso (non di routine), giallo (raccomandato in casi particolari), verde (sempre raccomandato). 

http://www.doctor33.it/politica-e-sanita/spesa-sanitaria-gimbe-troppi-esami-inutili-prima-degli-interventi/


La medicina del futuro con 5 'P', la prima è Precisione

Delle nuove frontiere per la salute dell'uomo si è parlato all'annuale Giornata della Ricerca dell'Università Campus Bio-Medico di Roma, quest'anno dedicata a 'Innovazione e Tecnologia per la salute umana'. È l’era della medicina delle "5 P", in grado di riscrivere la battaglia contro le malattie. "P" come Precisione, ma anche Predittiva, Personalizzata, Preventiva e Partecipativa.

http://www.sanita24.ilsole24ore.com/art/medicina-e-ricerca/2017-05-17/ricerca-nuove-frontiere-robotica-chirurgica-e-medicina-traslazionale--165153.php?uuid=AEUkPAOB


Chirurgia, un dardo gli trafigge il collo da parte a parte: operato, adesso sta bene

Un quarantenne si è trafitto al collo mentre puliva la sua balestra. L’uomo è arrivato cosciente al Pronto soccorso dell’ospedale Molinette  di Torino. Il dardo, entrato dalla gola, fuoriusciva sotto la nuca per una lunghezza di 8 centimetri. La freccia, pur non avendo interessato trachea, esofago, laringe, corde vocali e carotide, aveva fratturato la sesta vertebra cervicale, ma senza lesionare il midollo spinale. Per sfilare l’arma dal collo, i medici, l’otorinolaringoiatra Massimo Capricci e il chirurgo vascolare Luca Di Molfetta, ne hanno dapprima svitato la punta, che aveva perforato l'arteria tiroidea occludendola con effetto tappo. Successivamente hanno intubato l'uomo e suturato l'arteria rotta.

http://www.corriere.it/salute/17_maggio_23/dardo-trafigge-collo-parte-parte-operato-adesso-sta-bene-8941f2c0-3f9f-11e7-8bca-f274f08efe54.shtml


Perugia, “mazzette" sospette: il primario torna libero, ma con l'obbligo di dimora

Il gip D'Andria ha revocato la misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di Antonino Appignani, il primario di chirurgia pediatrica arrestato lo scorso venerdì con l'accusa di concussione. Per il professore universitario è stata emessa la misura dell'obbligo di dimora nel suo comune di residenza, Bologna, dove a breve si trasferirà. Intanto proseguono le indagini. Secondo la procura l'ipotesi di reato che si configura nei confronti del primario è quella di concussione. Dodicimila euro divisi in 4 rate da 3 mila euro. È  questa la cifra che secondo gli inquirenti Appignani avrebbe chiesto ad un ricercatore, in cambio del suo interessamento per il rinnovo di una convenzione“

http://www.perugiatoday.it/cronaca/revoca-arresti-domiciliari-al-primario-di-chirurgia-pediatrica.html


Oncologi, ok alla Legge sul Biotestamento ma attenzione al progresso delle cure

"Le terapie innovative consentono di migliorare la sopravvivenza dei malati di tumore, la Legge sul Biotestamento dovrebbe considerare con più attenzione queste opportunità ". Carmine Pinto, presidente dell'Associazione Italiana di Oncologia Medica, esprime un giudizio positivo sul disegno di legge relativo al consenso informato e disposizioni anticipate di trattamento. Si stima che nel 2016 in Italia siano stati diagnosticati 365.800 nuovi casi di tumore: ogni giorno circa 1.000 persone ricevono una nuova diagnosi. Complessivamente circa 3 milioni e 130mila cittadini vivono dopo la diagnosi. Nel 2006 erano 2 milioni e 250mila. In dieci anni l'aumento è stato di circa il 40%.

http://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2017/05/22/oncologiok-legge-biotestamento-ma-attenzione-progresso-cure_e30c75c8-c081-4a1d-8079-3b5e5e55d7ad.html


Realtà aumentata in chirurgia

La nuova frontiera della chirurgia è la realtà aumentata. Un esempio in campo medico è l’adozione del visore Microsoft HoloLens da parte di Scopis, come elemento aggiuntivo integrato nel suo preesistente sistema di navigazione chirurgica computerizzata. Il primo campo in cui Scopis applica l’integrazione con HoloLens è la chirurgia spinale. La tecnica prende il nome di Holographic Navigation Platform e permette di mostrare nel campo visivo del chirurgo dati provenienti dal sistema di navigazione cosicché, ad esempio, il chirurgo vede in tempo reale la posizione esatta delle viti e la eventuale deviazione dall’orientamento ottimale degli strumenti chirurgici che sta usando.

https://www.01net.it/realta-aumentata-chirurgia/